Navigare Facile

Castello di Abbiategrasso

Il Castello

Il castello di Abbiategrasso venne realizzato sul finire del Trecento da Gian Galeazzo Visconti e poi restaurato e abbellito nella prima metà del Quattrocento. Strategica è la sua posizione, in asse con il Naviglio Grande. Ad oggi l'edificio accoglie la biblioteca civica ed è sede di mostre e incontri.

A pianta quadrangolare, il castello possiede esternamente quattro torri angolari e uno splendido cortile porticato, internamente diversi affreschi databili in epoche diverse. Interessante notare i graffiti realizzati dai prigionieri un tempo rinchiusi nel castello.

I continui restauri hanno mutato l'aspetto originario della struttura (l'ultimo risale agli ultimi anni del Novecento) ma fortunatamente gli antichi affreschi si sono mantenuti intatti.

Nel corso della sua storia il castello ha assunto un'importanza fondamentale nella politica del Ducato di Milano, per lo meno fino alla prima metà del diciassettesimo secolo quando cominciò a perdere la propria rilevanza. In quegli anni venne dunque smantellato e trasformato in residenza privata fino all'Ottocento.

Da lì in avanti l'antico castello visconteo divenne sede diverse associazioni acquisendo nuovamente un ruolo di rilievo in tutto il territorio.